Verso la «decodificazione» del diritto internazionale privato della navigazione