L’autore analizza e critica la tesi standard del positivismo giuridico normativista secondo cui una decisione giudiziale è giustificata ed esprime una norma valida solo se essa è derivata da una norma giuridica applicabile. Egli esplora le nozioni di applicabilità interna e esterna, e i problemi connessi al ruolo giocato dall’interpretazione nel processo di appocazione in ambito giuridico.

Alcuni problemi concettuali relativi alla applicazione del diritto

Paolo Comanducci
2010

Abstract

L’autore analizza e critica la tesi standard del positivismo giuridico normativista secondo cui una decisione giudiziale è giustificata ed esprime una norma valida solo se essa è derivata da una norma giuridica applicabile. Egli esplora le nozioni di applicabilità interna e esterna, e i problemi connessi al ruolo giocato dall’interpretazione nel processo di appocazione in ambito giuridico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/916222
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact