Caproni e Frénaud: tradurre per conoscere