La pubblicazione di due inediti clipei coi ritratti di profilo di Montesquieu e Rousseau (Genova, Museo di Sant'Agostino) consente di riportare in luce la misconosciuta figura di uno degli scultori tedeschi trapiantati e attivi a Roma tra fine Sette e primo Ottocento, anche grazie alla riscoperta di alcune opere inedite. Se ne indaga infine la provenienza, la possibile committenza e il rapporto con la figura poliedrica del marchese Gian Carlo di Negro, intellettuale di spicco della Genova nel passaggio fra i due secolo

Johann Jürgen Busch, scultore tedesco a Roma, il marchese di Negro e due "clipei illuministici" a Genova in età neoclassica

Clario Di Fabio
2017

Abstract

La pubblicazione di due inediti clipei coi ritratti di profilo di Montesquieu e Rousseau (Genova, Museo di Sant'Agostino) consente di riportare in luce la misconosciuta figura di uno degli scultori tedeschi trapiantati e attivi a Roma tra fine Sette e primo Ottocento, anche grazie alla riscoperta di alcune opere inedite. Se ne indaga infine la provenienza, la possibile committenza e il rapporto con la figura poliedrica del marchese Gian Carlo di Negro, intellettuale di spicco della Genova nel passaggio fra i due secolo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2017 CDF Busch.pdf

accesso chiuso

Tipologia: Documento in versione editoriale
Dimensione 1.34 MB
Formato Adobe PDF
1.34 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/887685
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact