Bellezza delle donne, bruttezza e altro: una sintetica disgressione