Le soluzioni tecnologiche, rese oggi disponibili, offrono opportunità di grande interesse per il rilevamento nel settore dei Beni Culturali, sia per quanto riguarda il momento primario del rilievo cioè la fase di acquisizione del dato metrico, sia per quanto concerne la rappresentazione per oggetti di interesse archeologico, artistico, architettonico. Un manufatto architettonico è un insieme di componenti tridimensionali che definiscono spazialmente una forma e una idea progettuale; cosicché la rappresentazione dell'architettura non può avvalersi semplicemente di mezzi grafici bidimensionali per descriverla e raccontarla in tutte le sue parti, ma necessita, ed oggi è possibile, anche di sistemi che prevedano la possibilità di analizzare da più punti di vista le forme che la compongono. La comunicazione multimediale può svolgere un ruolo molto importante per ottenere indicazioni in merito alle azioni di recupero e valorizzazione dei beni culturali ed ambientali. Un aiuto può essere fornito proprio dall'informatica e dai sistemi di simulazione della realtà virtuale con i quali, oltre alla veicolazione delle informazioni, si possono visualizzare modelli capaci di raccontare lo sviluppo che il bene ha avuto nella storia. Come caso studio analizzato per la definizione metodologica della ricerca qui presentata è stata presa in esame la Pieve di Sant’Antonino a Socana. Questa antica pieve si trova nel comune di Castel Focognano in Casentino, situata in prossimità di un incrocio fra importanti direttrici della viabilità antica e medievale, in particolare, in un punto di convergenza fra il torrente Rassina e il fiume Arno; custodisce all’interno delle sue strutture i segni e le testimonianze delle diverse civiltà che si sono susseguite nella vallata, è perciò un’interessante esempio di permanenza della sacralità del luogo attraverso i secoli. La ricerca prende, quindi, in esame i dati raccolti dalla campagna di rilievo integrato (eseguita utilizzando sistemi di scansione laser, dati acquisiti topograficamente e misure dirette) che vengono analizzati alla ricerca del modulo compositivo adottato dal progettista.

Il rilievo come strumento di analisi dello sviluppo progettuale. Il caso studio di Pieve a Socana

BATTINI, CARLO
2015

Abstract

Le soluzioni tecnologiche, rese oggi disponibili, offrono opportunità di grande interesse per il rilevamento nel settore dei Beni Culturali, sia per quanto riguarda il momento primario del rilievo cioè la fase di acquisizione del dato metrico, sia per quanto concerne la rappresentazione per oggetti di interesse archeologico, artistico, architettonico. Un manufatto architettonico è un insieme di componenti tridimensionali che definiscono spazialmente una forma e una idea progettuale; cosicché la rappresentazione dell'architettura non può avvalersi semplicemente di mezzi grafici bidimensionali per descriverla e raccontarla in tutte le sue parti, ma necessita, ed oggi è possibile, anche di sistemi che prevedano la possibilità di analizzare da più punti di vista le forme che la compongono. La comunicazione multimediale può svolgere un ruolo molto importante per ottenere indicazioni in merito alle azioni di recupero e valorizzazione dei beni culturali ed ambientali. Un aiuto può essere fornito proprio dall'informatica e dai sistemi di simulazione della realtà virtuale con i quali, oltre alla veicolazione delle informazioni, si possono visualizzare modelli capaci di raccontare lo sviluppo che il bene ha avuto nella storia. Come caso studio analizzato per la definizione metodologica della ricerca qui presentata è stata presa in esame la Pieve di Sant’Antonino a Socana. Questa antica pieve si trova nel comune di Castel Focognano in Casentino, situata in prossimità di un incrocio fra importanti direttrici della viabilità antica e medievale, in particolare, in un punto di convergenza fra il torrente Rassina e il fiume Arno; custodisce all’interno delle sue strutture i segni e le testimonianze delle diverse civiltà che si sono susseguite nella vallata, è perciò un’interessante esempio di permanenza della sacralità del luogo attraverso i secoli. La ricerca prende, quindi, in esame i dati raccolti dalla campagna di rilievo integrato (eseguita utilizzando sistemi di scansione laser, dati acquisiti topograficamente e misure dirette) che vengono analizzati alla ricerca del modulo compositivo adottato dal progettista.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/828921
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact