“Perec e i silenzi della sua identità: un vuoto da colmare con artifici grafici e creativi”