Diritto e tempo sono sempre stati in relazione ambigua. Alle regole del diritto privato si è spesso pensato come regole eterne. Specialmente nei Paesi di civil law si pensa alla legge, finché essa è in vigore, come rivolta al futuro nella sua interezza. Di qui il difficile rapporto della scienza giuridica con la varia fenomenologia delle norme temporanee. L’articolo discute di queste difficoltà tenendo in considerazione sia l’“accelerazione” del tempo nell’epoca presente, sia la stretta relazione tra la legge giuridica e il principio di eguaglianza.

La Legge e il tempo: eccezionalità e transitorietà

CARUSI, DONATO
2013

Abstract

Diritto e tempo sono sempre stati in relazione ambigua. Alle regole del diritto privato si è spesso pensato come regole eterne. Specialmente nei Paesi di civil law si pensa alla legge, finché essa è in vigore, come rivolta al futuro nella sua interezza. Di qui il difficile rapporto della scienza giuridica con la varia fenomenologia delle norme temporanee. L’articolo discute di queste difficoltà tenendo in considerazione sia l’“accelerazione” del tempo nell’epoca presente, sia la stretta relazione tra la legge giuridica e il principio di eguaglianza.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/573519
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact