Carcere "duro": perquisizioni personali e diritti inviolabili dell’uomo