Richiamando nell’immaginario antiche e indomite divinità pagane, Caterina Sforza ha lasciato dietro di sé, nel bene e nel male, una traccia indelebile che, anche a distanza di secoli, continua a palesarne il fascino conturbante e misterioso, mantenendo la sua figura indimenticabile e attuale.

Caterina Sforza: l'ultima dea

ANTONIAZZI, ANNA
2007

Abstract

Richiamando nell’immaginario antiche e indomite divinità pagane, Caterina Sforza ha lasciato dietro di sé, nel bene e nel male, una traccia indelebile che, anche a distanza di secoli, continua a palesarne il fascino conturbante e misterioso, mantenendo la sua figura indimenticabile e attuale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/436138
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact