Rapporti tra produzione letteraria e progettazione architettonica. L’ambiente arcadico romano intorno alla metà del XVIII secolo: Salvi, Vanvitelli, Capponi e Fuga