Due frammenti di Eschilo e la traduzione armena del De Providentia di Filone Giudeo