Note sul contributo della slavistica italiana agli studi ebraici