La previsione tra meditazione e cronosofia: Seneca e l'aforisma ippocratico