Contro il nulla che avanza