“UN CASO DI ANORESSIA MENTALE: LE VICISSITUDINI DEL SIMBOLO”