Sul canto XX della "Liberata"