Le sorti della l. 234 del 2012 nella prospettiva della riforma costituzionale