La nota commenta congiuntamente due sentenze di merito, una dell'Employment Appeal Tribunal (England and Wales) e l'altra della Cour d'Appel (Paris), che si sono pronunciate sulla qualificazione di lavoratori che prestano la propria attività per il tramite di piattaforme digitali. Dopo aver analizzato le due vicende giudiziarie e il contesto giuridico di riferimento, vengono svolte alcune riflessioni critiche sull'effettività della condizione di autonomia e di libertà di cui tali lavoratori beneficiano.

La libertà di lavoro sulle piattaforme digitali

annamaria donini
2018

Abstract

La nota commenta congiuntamente due sentenze di merito, una dell'Employment Appeal Tribunal (England and Wales) e l'altra della Cour d'Appel (Paris), che si sono pronunciate sulla qualificazione di lavoratori che prestano la propria attività per il tramite di piattaforme digitali. Dopo aver analizzato le due vicende giudiziarie e il contesto giuridico di riferimento, vengono svolte alcune riflessioni critiche sull'effettività della condizione di autonomia e di libertà di cui tali lavoratori beneficiano.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Donini_London_Paris.pdf

non disponibili

Descrizione: pdf Sentenze più commento
Tipologia: Documento in versione editoriale
Dimensione 184.43 kB
Formato Adobe PDF
184.43 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/991401
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact