La legge sulle decisioni di cura e la figura del medico: una lettura critica