Questo articolo si propone di mostrare come il disperato tentativo di Landolfi di scrivere una tragedia seria in endecasillabi sciolti alla fine degli anni ’50, ritenendola per di più il suo capolavoro, si collochi in un disegno di estremizzazione dell’oltranza stilistica che cerca di veicolare il massimo dell’autenticità con il massimo dell’artificio. Di qui la scelta del metro (quasi sempre canonico), la compattissima letterarietà del lessico e delle giunture, in parte intertestuale, ma in più larga parte rispondente a un fittissimo riuso della tradizione letteraria specie ottocentesca. Se si considera il tema soffertamente autobiografico e il quasi mostruoso falsettismo con cui è espresso, si deve concludere che in quest’opera si realizzi un totale abbandono al sintomo, a una lingua-pelle narcisistica assoluta e ideale che mai si era potuta attuare prima e tantomeno potrà trovare spazio nell’ultimo Landolfi autopunitivo dei diari e dei libri di poesia.

La maschera tragica del manierista. Parossismo stilistico del Landolfo VI di Benevento

ZUBLENA, PAOLO
2010

Abstract

Questo articolo si propone di mostrare come il disperato tentativo di Landolfi di scrivere una tragedia seria in endecasillabi sciolti alla fine degli anni ’50, ritenendola per di più il suo capolavoro, si collochi in un disegno di estremizzazione dell’oltranza stilistica che cerca di veicolare il massimo dell’autenticità con il massimo dell’artificio. Di qui la scelta del metro (quasi sempre canonico), la compattissima letterarietà del lessico e delle giunture, in parte intertestuale, ma in più larga parte rispondente a un fittissimo riuso della tradizione letteraria specie ottocentesca. Se si considera il tema soffertamente autobiografico e il quasi mostruoso falsettismo con cui è espresso, si deve concludere che in quest’opera si realizzi un totale abbandono al sintomo, a una lingua-pelle narcisistica assoluta e ideale che mai si era potuta attuare prima e tantomeno potrà trovare spazio nell’ultimo Landolfi autopunitivo dei diari e dei libri di poesia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/922082
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact