Some broad syntheses dedicated to Genoa and Liguria between Late Antiquity and the 10th-11th centuries have been published in recent years. These scientific works are characterized by proposals of interpretative models that can stimulate a fruitful discussion, as part of the progressive construction of the regional archaeological and historical knowledge. Starting with a critical reading of these papers, the article proposes a methodological reflection on the real quality of the data available and their use as a synthesis. The geographic area of analysis is Eastern Liguria. The focus of the study is mainly directed to the coastal area and the rural settlements, without analyzing in detail Genoa and Luni, to which recent summaries have been devoted. The discussion of data is organized into sections focusing on general methodological questions (2), detailed critical analysis of some studies (3/6), and conclusions (7). The conclusion presents some open questions and proposes some possible archaeological research itineraries for study over the next few years.

In anni recenti sono stati pubblicati alcuni contributi di sintesi dedicati a Genova e alla Liguria tra tarda romanità e secoli centrali del medioevo, caratterizzati da proposte di modelli interpretativi che possono stimolare una proficua discussione, nel quadro della progressiva e collettiva costruzione di un sapere storico e archeologico regionale e locale. Partendo da una lettura critica di questi contributi, l’articolo avvia una riflessione di metodo sulla qualità dei dati disponibili e sul loro utilizzo in forma di sintesi. Tema, spazio geografico e tempi oggetto di analisi e discussione sono la Liguria orientale, tra tarda romanità e altomedioevo. Il focus del contributo è prevalentemente indirizzato sul territorio, senza affrontare dettagliatamente i temi più strettamente legati alle vicende di Genova e Luni, a cui sono state dedicate sintesi piuttosto recenti. La discussione dei dati è organizzata in sezioni, dedicate a questioni generali di metodo (2), all’analisi critica di alcuni contributi editi (3/6), e in alcune conclusioni (7). La parte conclusiva ha finalità soprattutto propositive, presenta alcuni quesiti aperti e propone possibili percorsi per un’agenda della ricerca archeologica dei prossimi anni.

Dark Age Liguria: analisi di dati editi e problemi aperti per una riflessione sul popolamento della Liguria orientale tra tarda romanità e altomedioevo

F. Benente
2017

Abstract

In anni recenti sono stati pubblicati alcuni contributi di sintesi dedicati a Genova e alla Liguria tra tarda romanità e secoli centrali del medioevo, caratterizzati da proposte di modelli interpretativi che possono stimolare una proficua discussione, nel quadro della progressiva e collettiva costruzione di un sapere storico e archeologico regionale e locale. Partendo da una lettura critica di questi contributi, l’articolo avvia una riflessione di metodo sulla qualità dei dati disponibili e sul loro utilizzo in forma di sintesi. Tema, spazio geografico e tempi oggetto di analisi e discussione sono la Liguria orientale, tra tarda romanità e altomedioevo. Il focus del contributo è prevalentemente indirizzato sul territorio, senza affrontare dettagliatamente i temi più strettamente legati alle vicende di Genova e Luni, a cui sono state dedicate sintesi piuttosto recenti. La discussione dei dati è organizzata in sezioni, dedicate a questioni generali di metodo (2), all’analisi critica di alcuni contributi editi (3/6), e in alcune conclusioni (7). La parte conclusiva ha finalità soprattutto propositive, presenta alcuni quesiti aperti e propone possibili percorsi per un’agenda della ricerca archeologica dei prossimi anni.
Some broad syntheses dedicated to Genoa and Liguria between Late Antiquity and the 10th-11th centuries have been published in recent years. These scientific works are characterized by proposals of interpretative models that can stimulate a fruitful discussion, as part of the progressive construction of the regional archaeological and historical knowledge. Starting with a critical reading of these papers, the article proposes a methodological reflection on the real quality of the data available and their use as a synthesis. The geographic area of analysis is Eastern Liguria. The focus of the study is mainly directed to the coastal area and the rural settlements, without analyzing in detail Genoa and Luni, to which recent summaries have been devoted. The discussion of data is organized into sections focusing on general methodological questions (2), detailed critical analysis of some studies (3/6), and conclusions (7). The conclusion presents some open questions and proposes some possible archaeological research itineraries for study over the next few years.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
estratto_dark_age_Benente.pdf

non disponibili

Dimensione 4.31 MB
Formato Adobe PDF
4.31 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/887177
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact