L'ode encomiastica di Vincenzo Monti "Fior di mia gioventute" sulla Festa Nazionale celebrativa della vittoria di Marengo, tenutasi a Milano il 26 giugno 1803, fu seguita da un epigramma satirico, anonimo, attribuito con certezza a Manzoni. Nel saggio, attraverso documenti d'archivio inediti, viene proposta una datazione dell'epigramma e discussa, nel suo contesto politico, l'ode di Monti.

"Un vate di gran lode": Manzoni epigrammista e un'ode bistrattata di Monti

TONGIORGI, DUCCIO
2005

Abstract

L'ode encomiastica di Vincenzo Monti "Fior di mia gioventute" sulla Festa Nazionale celebrativa della vittoria di Marengo, tenutasi a Milano il 26 giugno 1803, fu seguita da un epigramma satirico, anonimo, attribuito con certezza a Manzoni. Nel saggio, attraverso documenti d'archivio inediti, viene proposta una datazione dell'epigramma e discussa, nel suo contesto politico, l'ode di Monti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/887000
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact