Ap., met. 2, 32, 1. Un errore di ‘concrezione’