The author analyses the recent developments of industrial relations and highlights their consequences on the relationship between collective bargaining and collective action. The study provides for a further survey on the duty to maintain industrial peace and summarizes the previous debate on this implicit peace obligation. The author examines broadly all the arguments that support the theory on the existence of the duty. Finally, he holds that such duty cannot exist within Italian law, because of the systematic position and more genuine meaning acquired by the right to strike within Italian Constitution. Taking step from this idea, the author proposes his theory on the interpretation of the term "esigibilità" (enforceability), within the most recent and important Italian collective agreements.

L’autore analizza le evoluzioni più recenti delle relazioni sindacali e approfondisce le conseguenze sul nesso fra contrattazione collettiva e azione diretta. Il saggio propone un’ampia indagine a proposito del dovere di mantenere la tregua sindacale e ripercorre l’antico dibattito su c.d. obbligo implicito di pace. L’autore, innanzitutto, esamina gli argomenti già offerti a supporto della teoria sull'esistenza di tale obbligo implicito e sostiene che esso non sia compatibile con l’ordinamento italiano in ragione della posizione sistematica e del significato più profondo che la Costituzione riconosce al diritto di sciopero. A partire da questa punto di vista, l’autore propone una particolare interpretazione del termine “esigibilità”, adoperato nei più recenti ed importanti contratti collettivi.

Dalle clausole di tregua alla esigibilità: Di nuovo l'obbligo implicito di pace sindacale? // From no-strike clauses to "enforceability": Towards the reintroduction of the duty to maintain industrial peace?

FALSONE, MAURIZIO
2015

Abstract

L’autore analizza le evoluzioni più recenti delle relazioni sindacali e approfondisce le conseguenze sul nesso fra contrattazione collettiva e azione diretta. Il saggio propone un’ampia indagine a proposito del dovere di mantenere la tregua sindacale e ripercorre l’antico dibattito su c.d. obbligo implicito di pace. L’autore, innanzitutto, esamina gli argomenti già offerti a supporto della teoria sull'esistenza di tale obbligo implicito e sostiene che esso non sia compatibile con l’ordinamento italiano in ragione della posizione sistematica e del significato più profondo che la Costituzione riconosce al diritto di sciopero. A partire da questa punto di vista, l’autore propone una particolare interpretazione del termine “esigibilità”, adoperato nei più recenti ed importanti contratti collettivi.
The author analyses the recent developments of industrial relations and highlights their consequences on the relationship between collective bargaining and collective action. The study provides for a further survey on the duty to maintain industrial peace and summarizes the previous debate on this implicit peace obligation. The author examines broadly all the arguments that support the theory on the existence of the duty. Finally, he holds that such duty cannot exist within Italian law, because of the systematic position and more genuine meaning acquired by the right to strike within Italian Constitution. Taking step from this idea, the author proposes his theory on the interpretation of the term "esigibilità" (enforceability), within the most recent and important Italian collective agreements.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2015-LD.pdf

accesso chiuso

Tipologia: Documento in versione editoriale
Dimensione 2.2 MB
Formato Adobe PDF
2.2 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/880572
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact