The name of the young slave Cypassis mentioned by Ovid in am. 2, 7-8 is not, as it is been interpreted by scholars, the speaking name of a short and sexy dress, but of a unisex garment: this allusion allows the poet, in am. 2, 8, 4, to indicate the woman as "apta quidem dominae, sed magis apta mihi".

Il nome della schiavetta Cipasside di cui parla Ovidio in am. 2, 7-8 non è, come ipotizzato dagli studiosi, il nome parlante di un abito corto e sexy, ma di un indumento unisex: tale allusione consente al poeta, ad am. 2, 8, 4, di indicare la donna come "apta quidem dominae, sed magis apta mihi".

La minigonna di Cipasside (Ov. am. II 7-8)

MORETTI, GABRIELLA
2000

Abstract

Il nome della schiavetta Cipasside di cui parla Ovidio in am. 2, 7-8 non è, come ipotizzato dagli studiosi, il nome parlante di un abito corto e sexy, ma di un indumento unisex: tale allusione consente al poeta, ad am. 2, 8, 4, di indicare la donna come "apta quidem dominae, sed magis apta mihi".
The name of the young slave Cypassis mentioned by Ovid in am. 2, 7-8 is not, as it is been interpreted by scholars, the speaking name of a short and sexy dress, but of a unisex garment: this allusion allows the poet, in am. 2, 8, 4, to indicate the woman as "apta quidem dominae, sed magis apta mihi".
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/880367
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact