Il commento aderisce alla scelta del giudice di concentrare esclusivamente su un genitore, con totale esclusione dell’altro, l’affidamento del figlio, definito perciò “superesclusivo”. L’esclusione dell’altro genitore – inidoneo perché sempre assente dalla vita del figlio, inadempiente all’obbligo di mantenimento ed a lungo irreperibile – ha lo scopo di evitare che sulle “decisioni di maggior interesse” che riguardano il minore la tempestiva rappresentanza dei suoi interessi possa essere impedita dall’esigenza di consultare anche il genitore non affidatario, come avviene di regola nell’affidamento esclusivo c.d. ordinario. Nell’affidamento superesclusivo al non affidatario compete il diritto-dovere di vigilare sull’operato dell’affidatario, con facoltà di proporre ricorso al giudice qualora ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli (art. 337-quater, c. 3, c.c.). L’inadempimento di tale controllo può essere causa di decadenza dalla titolarità della responsabilità genitoriale (art. 330, c.1, c.c.). The author approves the decision of the Court to give the custody of the child exclusively to one parent , with the total exclusion of the other, so called " affido superesclusivo " . The complete exclusion from custody, both on ordinary and extraordinary matters, of one of the parents - a parent who is unsuitable because absent from his son’ life , defaulted on maintenance obligation and often unreachable and unavailable - is designed to prevent the inability to make timely decisions caused by the rule applied in the so called “affido esclusivo ordinario”, in which decisions upon fundamental rights of the minor have to be taken also by the non-custodial parent. In the “affido superesclusivo” the parent who has no custody has only the right and duty to control the work of the custodial parent and to refer to the judge every default or breach (art . 337, c . 3 , cc ) . The failure of such control may result in disqualification from parental responsibility (art . 330 , c.1 , cc ) .

l'AFFIDAMENTO SUPER-ESCLUSIVO IN TALUNE CIRCOSTANZE è L'UNICO MEZZO PER TUTELARE L'INTERESSE DEL FIGLIO MINORE / GIOVANNA SAVORANI. - In: LA NUOVA GIURISPRUDENZA CIVILE COMMENTATA. - ISSN 1593-7305. - STAMPA. - (2014), pp. 1182-1190.

l'AFFIDAMENTO SUPER-ESCLUSIVO IN TALUNE CIRCOSTANZE è L'UNICO MEZZO PER TUTELARE L'INTERESSE DEL FIGLIO MINORE

SAVORANI, GIOVANNA
2014

Abstract

Il commento aderisce alla scelta del giudice di concentrare esclusivamente su un genitore, con totale esclusione dell’altro, l’affidamento del figlio, definito perciò “superesclusivo”. L’esclusione dell’altro genitore – inidoneo perché sempre assente dalla vita del figlio, inadempiente all’obbligo di mantenimento ed a lungo irreperibile – ha lo scopo di evitare che sulle “decisioni di maggior interesse” che riguardano il minore la tempestiva rappresentanza dei suoi interessi possa essere impedita dall’esigenza di consultare anche il genitore non affidatario, come avviene di regola nell’affidamento esclusivo c.d. ordinario. Nell’affidamento superesclusivo al non affidatario compete il diritto-dovere di vigilare sull’operato dell’affidatario, con facoltà di proporre ricorso al giudice qualora ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli (art. 337-quater, c. 3, c.c.). L’inadempimento di tale controllo può essere causa di decadenza dalla titolarità della responsabilità genitoriale (art. 330, c.1, c.c.). The author approves the decision of the Court to give the custody of the child exclusively to one parent , with the total exclusion of the other, so called " affido superesclusivo " . The complete exclusion from custody, both on ordinary and extraordinary matters, of one of the parents - a parent who is unsuitable because absent from his son’ life , defaulted on maintenance obligation and often unreachable and unavailable - is designed to prevent the inability to make timely decisions caused by the rule applied in the so called “affido esclusivo ordinario”, in which decisions upon fundamental rights of the minor have to be taken also by the non-custodial parent. In the “affido superesclusivo” the parent who has no custody has only the right and duty to control the work of the custodial parent and to refer to the judge every default or breach (art . 337, c . 3 , cc ) . The failure of such control may result in disqualification from parental responsibility (art . 330 , c.1 , cc ) .
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/775078
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact