Paesaggio e spazio nella narrativa di Beppe Fenoglio