La responsabilità storica della filosofia