Scarsa liricità della poesia bizantina: l'eccezione di Giovanni Geometra