Il settore della cantieristica navale è interessato da una profonda crisi che, sia per la portata internazionale sia per la sua prevedibile estensione nel tempo, può essere definita strutturale. Il contributo evidenzia le ragioni storiche e congiunturali che determinano la situazione attuale e prospettica, ricollegandola non tanto ad una crisi di domanda, quanto piuttosto ad uno stato di overcapacity a livello tanto di flotta quanto di capacità produttiva. In questo contesto, la via suggerita alle imprese per affrontare uno stato di crisi permanente consiste in percorsi di riconversione verso settori affini.

La cantieritica navale: una crisi strutturale

SCARSI, ROBERTA
2012

Abstract

Il settore della cantieristica navale è interessato da una profonda crisi che, sia per la portata internazionale sia per la sua prevedibile estensione nel tempo, può essere definita strutturale. Il contributo evidenzia le ragioni storiche e congiunturali che determinano la situazione attuale e prospettica, ricollegandola non tanto ad una crisi di domanda, quanto piuttosto ad uno stato di overcapacity a livello tanto di flotta quanto di capacità produttiva. In questo contesto, la via suggerita alle imprese per affrontare uno stato di crisi permanente consiste in percorsi di riconversione verso settori affini.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/544521
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact