FRP: la panacea del restauro strutturale?