Nella ricca produzione teorica di Lucio Fontana ritornano frequentemente riflessioni sul valore metastorico dell'opera d'arte, destinata a perire nella materia ma capace ddi eternità nella sua dimensione concettuale e operativa, ossia come materia e come gesto. Nelle molte opere a tema religioso eseguite da Fontana, tale impostazione filosofica si intreccia con la dimensione epifanica e ultraterrena propria dei soggetti, dando vita a straordinari capolavori.

Lucio Fontana tra sacro e profano / P. Valenti. - In: ORE PICCOLE. - STAMPA. - (2008), pp. 69-92.

Lucio Fontana tra sacro e profano

VALENTI, PAOLA
2008

Abstract

Nella ricca produzione teorica di Lucio Fontana ritornano frequentemente riflessioni sul valore metastorico dell'opera d'arte, destinata a perire nella materia ma capace ddi eternità nella sua dimensione concettuale e operativa, ossia come materia e come gesto. Nelle molte opere a tema religioso eseguite da Fontana, tale impostazione filosofica si intreccia con la dimensione epifanica e ultraterrena propria dei soggetti, dando vita a straordinari capolavori.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/386762
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact