Il pavimento musivo quale protagonista dello spazio: il caso genovese