Gaetano Marrè fra letteratura e professione forense nel carteggio con Francesco Carrara