Per Edoardo Sanguineti, genovese e torinese