Hegel: Chi pensa astratto?