Tomografia computerizzata vs risonanza magnetica nella diagnostica delle anomalie anorettali