Sulla varietà doppia di una ipersuperficie determinantale