Indignazione. Le "Anarchiche" di "Res amissa"