La giurisdizione italiana è esclusa per le azioni di nullità proposte dal curatore del fallimento: osservazioni a margine di una recente pronuncia delle Sezioni Unite