Il caso epistemologico di George Bush