A BORDO DEL “CONTE DI SAVOIA”