Il pensare fregeano e la nostra condizione epistemica