La scrittura come confessione nel primo romanzo di Camilo José Cela