I rapporti tra la ceramica falisca a figure rosse ed i vasi del ʻGruppo Clusiumʼ, indagati finora soltanto nell'ambito della forma vascolare della kylix, vengono analizzati attraverso un'altra forma vascolare: l'askos ornitomorfo. Vengono qui raggruppati per la prima volta alcuni askoi ornitomorfi decorati a vernice nera sovradipinta, oppure con semplice scialbatura bianca e ritocchi colorati o a figure rosse con alcune parti realizzate a rilievo. Tali askoi, inseriti nel Gruppo denominato ʻGruppo degli Askoi Ornitomorfiʼ (suddivisi nei Sottogruppi A-D), configurati a gallo, taccola, piccione e colomba, consentono di mettere in evidenza come la produzione, nata nell'Agro Falisco, attraverso la mediazione di Volsinii, si sia diffusa anche a Chiusi. In questa città la produzione ha dato vita alla nascita dei ben noti askoi configurati ad anatra a figure rosse del ʻGruppo Clusiumʼ. Le decorazioni presenti su alcuni askoi del ʻGruppo degli Askoi Ornitomorfiʼ potrebbero riferirsi contemporaneamente sia alla sfera erotica/nuziale che a quella funebre. Il contenuto degli askoi poteva ben essere utilizzato sia nella preparazione della sposa alle nozze che in quella della salma prima della cerimonia funebre. La produzione del ʻGruppo degli Askoi Ornitomorfiʼ, può essere circoscritta cronologicamente agli inizi dell'ultimo quarto del IV sec. a.C. (intorno al 320 a.C.).

Sui rapporti tra la ceramica falisca e il Gruppo Clusium attraverso lo studio degli askoi ornitomorfi

AMBROSINI L
2022

Abstract

I rapporti tra la ceramica falisca a figure rosse ed i vasi del ʻGruppo Clusiumʼ, indagati finora soltanto nell'ambito della forma vascolare della kylix, vengono analizzati attraverso un'altra forma vascolare: l'askos ornitomorfo. Vengono qui raggruppati per la prima volta alcuni askoi ornitomorfi decorati a vernice nera sovradipinta, oppure con semplice scialbatura bianca e ritocchi colorati o a figure rosse con alcune parti realizzate a rilievo. Tali askoi, inseriti nel Gruppo denominato ʻGruppo degli Askoi Ornitomorfiʼ (suddivisi nei Sottogruppi A-D), configurati a gallo, taccola, piccione e colomba, consentono di mettere in evidenza come la produzione, nata nell'Agro Falisco, attraverso la mediazione di Volsinii, si sia diffusa anche a Chiusi. In questa città la produzione ha dato vita alla nascita dei ben noti askoi configurati ad anatra a figure rosse del ʻGruppo Clusiumʼ. Le decorazioni presenti su alcuni askoi del ʻGruppo degli Askoi Ornitomorfiʼ potrebbero riferirsi contemporaneamente sia alla sfera erotica/nuziale che a quella funebre. Il contenuto degli askoi poteva ben essere utilizzato sia nella preparazione della sposa alle nozze che in quella della salma prima della cerimonia funebre. La produzione del ʻGruppo degli Askoi Ornitomorfiʼ, può essere circoscritta cronologicamente agli inizi dell'ultimo quarto del IV sec. a.C. (intorno al 320 a.C.).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/1079401
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact