Per le cooperative sociali, così come per qualsiasi altra organizzazione, l'obiettivo prioritario è sopravvivere e, possibilmente, prosperare nel tempo. Come le altre forme aziendali, esse possiedono il requisito della durabilità solo se sono in grado di creare valore per i loro stakeholder e ciò è possibile se, nel medio-lungo periodo, sono capaci di mantenere una situazione di equilibrio economico, finanziario e patrimoniale, i quali altro non sono che manifestazioni contabili di una corretta impostazione gestionale ed organizzativa. Questo non significa che le cooperative sociali, come tutte le altre aziende, ciclicamente non si possano trovare a fronteggiare momenti di difficoltà che, tuttavia, possono essere affrontati con successo, il che è tanto più probabile quanto più si abbiano a disposizione adeguati strumenti di tempestiva previsione delle crisi. Questo vale, e a maggior ragione, anche per le cooperative sociali, nelle quali la struttura finanziaria potrebbe presentare problemi di debolezza e inadeguata impostazione in misura ancor più sensibile di quanto accade per la generalità delle aziende. Da qui l'esigenza di effettuare una analisi più mirata sulla categoria, prima estesa a tutta Italia, poi calata anche nella realtà umbra, e attuabile autonomamente da ogni singola azienda.

Le cooperative sociali umbre tra solidità e fragilità: un'analisi attraverso i bilanci

simone poledrini
2020

Abstract

Per le cooperative sociali, così come per qualsiasi altra organizzazione, l'obiettivo prioritario è sopravvivere e, possibilmente, prosperare nel tempo. Come le altre forme aziendali, esse possiedono il requisito della durabilità solo se sono in grado di creare valore per i loro stakeholder e ciò è possibile se, nel medio-lungo periodo, sono capaci di mantenere una situazione di equilibrio economico, finanziario e patrimoniale, i quali altro non sono che manifestazioni contabili di una corretta impostazione gestionale ed organizzativa. Questo non significa che le cooperative sociali, come tutte le altre aziende, ciclicamente non si possano trovare a fronteggiare momenti di difficoltà che, tuttavia, possono essere affrontati con successo, il che è tanto più probabile quanto più si abbiano a disposizione adeguati strumenti di tempestiva previsione delle crisi. Questo vale, e a maggior ragione, anche per le cooperative sociali, nelle quali la struttura finanziaria potrebbe presentare problemi di debolezza e inadeguata impostazione in misura ancor più sensibile di quanto accade per la generalità delle aziende. Da qui l'esigenza di effettuare una analisi più mirata sulla categoria, prima estesa a tutta Italia, poi calata anche nella realtà umbra, e attuabile autonomamente da ogni singola azienda.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/1074249
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact