In the Middle Ages, marriage is the ground of confrontation among different religious and secular instances and paradigms. During the twelfth century the matter is partly dominated by the juridical and theological reflection of the Church, defining its essential characteristics, its conclusion, and its consequences. In those years, Chretién de Troyes, the greatest medieval poet before Dante, makes conjugal love the protagonist of many of his works. The analysis of certain nuptial scenes taken from the most famous compositions of the Champenois triggers interesting reflections also about the moment more properly juridical and the reception of the different matrimonial models.

Il matrimonio nel medioevo è terreno di confronto tra istanze e paradigmi diversi, religiosi e secolari. Lungo il XII secolo la materia viene in parte egemonizzata dalla riflessione giuridica e teologica della Chiesa, che ne definisce le caratteristiche essenziali, il momento conclusivo le relative conseguenze. In questi anni, Chretién de Troyes, il massimo poeta medievale prima di Dante, fa dell’amore coniugale il protagonista di molte sue opere. L’analisi di talune scene nuziali tratte dai componimenti più noti dello Champenois consente riflessioni interessanti anche riguardo il momento più propriamente giuridico e la recezione dei diversi modelli matrimoniali.

Diritto e matrimonio nei romanzi cortesi di Chrétien de Troyes

Daniele Colonna
2021

Abstract

Il matrimonio nel medioevo è terreno di confronto tra istanze e paradigmi diversi, religiosi e secolari. Lungo il XII secolo la materia viene in parte egemonizzata dalla riflessione giuridica e teologica della Chiesa, che ne definisce le caratteristiche essenziali, il momento conclusivo le relative conseguenze. In questi anni, Chretién de Troyes, il massimo poeta medievale prima di Dante, fa dell’amore coniugale il protagonista di molte sue opere. L’analisi di talune scene nuziali tratte dai componimenti più noti dello Champenois consente riflessioni interessanti anche riguardo il momento più propriamente giuridico e la recezione dei diversi modelli matrimoniali.
In the Middle Ages, marriage is the ground of confrontation among different religious and secular instances and paradigms. During the twelfth century the matter is partly dominated by the juridical and theological reflection of the Church, defining its essential characteristics, its conclusion, and its consequences. In those years, Chretién de Troyes, the greatest medieval poet before Dante, makes conjugal love the protagonist of many of his works. The analysis of certain nuptial scenes taken from the most famous compositions of the Champenois triggers interesting reflections also about the moment more properly juridical and the reception of the different matrimonial models.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
D. Colonna, Diritto e matrimonio nei romanzi cortesi di Chrétien de Troyes, early access.pdf

accesso chiuso

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Documento in versione editoriale
Dimensione 251.39 kB
Formato Adobe PDF
251.39 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/1065824
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact