Negli ultimi anni la robotica è diventata una risorsa importante nell'ingegneria. L'adozione della robotica e dei sistemi autonomi (RAS) nelle attività relative alle ispezioni di navi presenta evidenti vantaggi potenziali, ma pone anche particolari sfide, sia dal punto di vista tecnico che giuridico. Il progetto ROBINS (ROBotics technology for INspection of Ships) è un progetto collaborativo cofinanziato nell'ambito del bando del programma H2020 EU Research and Innovation, volto a colmare il divario tra l'attuale approccio alle ispezioni navali e la tecnologia robotica disponibile, sia dal punto di vista tecnologico che da quello normativo. Obiettivo principale del presente lavoro è evidenziare come le ispezioni navali siano attualmente svolte da esseri umani, come potrebbero essere migliorate utilizzando RAS, anche se non completamente autonome per il momento, almeno in scenari operativi selezionati e come le prestazioni delle piattaforme RAS possono essere testate per valutarne l’efficacia nello svolgimento di indagini a bordo. In tale contesto, è stato costruito un centro di prova volto a valutare le capacità di RAS, oltre a fornire un ambiente adatto per il loro sviluppo, ed è ancora in fase di sviluppo insieme a protocolli di prova dedicati, in grado di valutare l'equivalenza tra ispezione umana e RAS della nave e strutture marine. Sono descritte le caratteristiche di una struttura di prova in cui è possibile testare la RAS e vengono presentati i protocolli di prova, mostrando come possono essere colmate le lacune tecnologiche e normative.

Recenti sviluppi nell'ispezione da remoto di strutture navali

Laura Poggi;Tomaso Gaggero;Marco Gaiotti;Enrico Ravina;Cesare Mario Rizzo
2021-01-01

Abstract

Negli ultimi anni la robotica è diventata una risorsa importante nell'ingegneria. L'adozione della robotica e dei sistemi autonomi (RAS) nelle attività relative alle ispezioni di navi presenta evidenti vantaggi potenziali, ma pone anche particolari sfide, sia dal punto di vista tecnico che giuridico. Il progetto ROBINS (ROBotics technology for INspection of Ships) è un progetto collaborativo cofinanziato nell'ambito del bando del programma H2020 EU Research and Innovation, volto a colmare il divario tra l'attuale approccio alle ispezioni navali e la tecnologia robotica disponibile, sia dal punto di vista tecnologico che da quello normativo. Obiettivo principale del presente lavoro è evidenziare come le ispezioni navali siano attualmente svolte da esseri umani, come potrebbero essere migliorate utilizzando RAS, anche se non completamente autonome per il momento, almeno in scenari operativi selezionati e come le prestazioni delle piattaforme RAS possono essere testate per valutarne l’efficacia nello svolgimento di indagini a bordo. In tale contesto, è stato costruito un centro di prova volto a valutare le capacità di RAS, oltre a fornire un ambiente adatto per il loro sviluppo, ed è ancora in fase di sviluppo insieme a protocolli di prova dedicati, in grado di valutare l'equivalenza tra ispezione umana e RAS della nave e strutture marine. Sono descritte le caratteristiche di una struttura di prova in cui è possibile testare la RAS e vengono presentati i protocolli di prova, mostrando come possono essere colmate le lacune tecnologiche e normative.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/1052237
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact