Si presenta una traduzione, con commento riga per riga, della sezione (poco frequentata) delle "Categorie" di Aristotele dedicata al "poson" (quantità). Emerge l'importanza fondamentale delle cosiddette "quantità di per sé", della irriducibilità della distinzione fra quantià discrete e quantità continue, e della sovrapposizione del modo di essere delle quantità con quello di altre categorie, in particolare della relazione.

Aristotele, Categorie, 6, 4b20-5b10. Le quantità in senso proprio

Cattanei E
2011

Abstract

Si presenta una traduzione, con commento riga per riga, della sezione (poco frequentata) delle "Categorie" di Aristotele dedicata al "poson" (quantità). Emerge l'importanza fondamentale delle cosiddette "quantità di per sé", della irriducibilità della distinzione fra quantià discrete e quantità continue, e della sovrapposizione del modo di essere delle quantità con quello di altre categorie, in particolare della relazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/989138
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact